Recensione Tastiera Stowaway Universal Bluetooth da Proporta

Ringraziamo Proporta.com e in particolare Sandra Terlevic, che con estrema disponibilità e rapidità, hanno fornito alla redazione il prodotto per i test.

 

Introduzione

Con l'arrivo di nuovi dispositivi ultra compatti e ultra portatili, capaci di funzionare come veri e propri computer, gli utenti hanno cominciato a sentire la necessità di poter accedere alle funzioni con gli stessi strumenti usati a casa. La testiera è il classico dispositivo di input che sembra difficilmente sostituibile, sia per dimensioni (si pensi ai mini-tastierini dei cellulari) sia per utilità (l'inserimento di testo è spesso fondamentale). Ecco perché fioriscono con grande frequenza soluzioni più o meno adatte al trasporto e all'utilizzo abbinato a cellulari, PDA e smartphone.

 

Tastiera Stowaway Universal Bluetooth

La tastiera Stowaway Universa Bluetooth, prodotta da ThinkOutside e distribuita da Proporta.com, è uno di questi strumenti. Il tentativo è quello di fornire all'utente una tastiera QWERTY dotata di pulsanti delle medesime dimensioni di quelli usati col PC ma così compatta da poter essere usata "on the road". 

Come sempre il nostro dispositivo di testa sarà un Sony Ericsson P910i, quindi con sistema operativo Symbian UIQ, ma la compatibilità è garantita anche per altri modelli, compresi molti PDA e smartphone Windows Mobile.

 

Aspetto esteriore

La tastiera portatile ripiegabile Stowaway Bluetooth Keyboard arriva in una confezione di plastica trasparente da esposizione, solida e ben sigillata. Il pacco di spedizione è, come abitudine di Proporta, ben protetto e sigillato. Nessun pericolo dovuto agli scossoni durante il trasporto.


La confezione in cui arriva il prodotto


Il fronte della confezione

Sul fronte un foglio illustrativo mostra il prodotto aperto ed elenca varie caratteristiche mentre sul retro è visibile il dispositivo ripiegato. Spicca poi la presenza di due batterie stilo AAA fornite in dotazione, che sono necessarie per l'alimentazione.


Il retro della confezione


Tutta la dotazione del pacchetto

Oltre alle batterie, la dotazione comprende una pratica custodia morbida in ecopelle imbottita con chiusura a cerniera, il CD dei driver e il manualetto (che comprende l'italiano) con le istruzioni per l'installazione.


Il vano batterie sul retro del dispositivo

La custodia è leggermente più grande del dispositivo e questo consente il trasporto delle batterie fuori dal loro vano, cosa che aiuta anche a ridurre il loro consumo. Si inseriscono dal retro, nel vano apposito protetto da uno sportello di plastica rigida.


La custodia in similpelle in dotazione


La custodia chiusa

Il dispositivo ha un aspetto moderno e decisamente compatto. Per quanto riguarda le dimensioni nonostante tutto sia ridotto all'osso, va annotato un certo ingombro che supera per superficie la stragrande maggioranza dei palmari.


Il lato superiore del dispositivo

Chiuso misura 140x99x13 mm mentre aperta raggiunge i 250 x 148 x 13 mm, questo anche a causa della presenza del supporto per l'appoggio dei palmari/cellulari.


Il supporto si appoggio separabile per cellulari, PDA e smartphone

Il materiale di costruzione è stato scelto con cura, si tratta per la maggior parte di alluminio con alcuni inserti di plastica rigida. Il tutto raggiunge quindi un peso di 160 gr.

Per aprire il dispositivo è sufficiente premere il pulsante sul fianco sinistro che sblocca un meccanismo di incastro a pressione. La parte superiore della tastiera si libera e può così essere alzata a libro e completamente aperta. Alla prima apertura una striscia adesiva applicata al dispositivo e facilmente rimovibile illustra in modo chiaro le fasi dell'apertura e della chiusura. La parte inferiore del dispositivo scorre verso sinistra in modo da risultare, una volta in posizione, perfettamente centrata col supporto.

       
Il pulsante di apertura                                    Il meccanismo a scatto


La tastiera una volta sbloccata può essere aperta sollevando il lato destro


Mentre si apre la parte superiore, quella inferiore scorre a sinistra

       
      Meccanismo di scorrimento                Pulsante a scatto per fissare la tastiera

Per fissare il piano dei tasti, è presente un meccanismo a scatto nella parte superiore del lato destro. Una volta aperta la tastiera ad un attento sguardo, si presenta davvero sottile. Potrebbe sembrare un po' delicata ma con l'uso risulta sufficientemente solida ed impostata. Anche da chiusa comunque riduce notevolmente l'ingombro.


Profilo della tastiera chiusa


La tastiera completamente aperta

L'unico problema costruttivo potrebbe dipendere dal fatto che la tastiera aperta appoggia solo centralmente sul piano per cui premendo con forza alcuni tasti laterali si rischia di creare un effetto "leva". Ma è un problema che si riduce una volta abituati alla giusta pressione. 


I tasti hanno dimensioni del tutto simili a quelle di un portatile.

Il layout dei tasti è rettangolare e si nota l'assenza di molti dei tasti di una tastiera da PC. In effetti per ridurre al minimo le dimensioni, molti dei tasti di servizio e di punteggiatura sono stati integrati in altri e compaiono con etichette di colore verde e blu. I tasti possono dare l'impressione di essere affollati di scritte, ma le combinazioni diventeranno rapidamente automatiche.


Un particolare delle etichette dei tasti a sinistra


Un particolare delle etichette dei tasti a sinistra

I caratteri e le funzioni aggiuntive si attivano con la pressione di due pulsanti di cambio carattere (un po' come lo shift per l'uppercase) che si trovano a destra e a sinistra della barra spaziatrice. Curiosa osservazione su quest'ultima: per mantenere le dimensioni tradizionalmente larghe è stata realizzata con due pulsanti affiancati che la "spezzano" al momento di ripiegare il dispositivo. 


La testiera in funzione col Sony Ericsson P910i

Abbinato alla tastiera è presente il supporto per appoggiare i dispositivo in uso. Abbiamo scritto "abbinato" perché ThinkOutside ha ben pensato di renderlo separabile e posizionabile ad una certa distanza. Questo torna utile quando si utilizzano dispositivi con apertura "a conchiglia" che interferirebbe con i tasti (un esempio è proprio il nostro P910i). E' risultato comodo e stabile. E' anche possibile utilizzare la tastiera senza supporto, riducendo l'ingombro e il peso.

Per quanto riguarda l'alimentazione della tastiera, come visto poggia su due batterie stilo di tipo AAA che garantiscono l'autonomia da un alimentatore. Abbiamo utilizzato la tastiera senza problemi per circa 10 giorni con uso medio, certamente un buon risultato considerando che si tratta di un dispositivo Bluetooth e che quindi consuma parecchio. Inoltre la presenza di un sistema di spegnimento automatico dopo alcuni minuti di non utilizzo aiuta a conservare energia. Naturalmente consigliamo a tutti di munirsi di batterie ricaricabili al fine di limitare i costi.

 

Installazione e connessione

Prima di acquistare la Stowaway universal Bluetooth è consigliabile verificare la sua compatibilità con il proprio dispositivo. Questo perché nonostante l'uso del protocollo wireless standard, occorre installare delle driver proprietarie. Sono fornite sia quelle per WinXP che MacOS, ma soprattutto Windows Mobile e Symbian OS. Fa piacere vedere che la lista dei dispositivi compatibili è piuttosto lunga, la potete trovare sul sito ufficiale di ThinkOutside a questa pagina.

Per quanto riguarda il nostro dispositivo (ripetiamo: P910i con sistema Symbian UIQ) l'installazione è semplice ma va prestata un po' di attenzione, soprattutto per quanto riguarda la connessione del dispositivo. Occorre leggere attentamente le istruzioni fornite con la tastiera e quelle a monitor per concludere con successo le operazioni.

Si parte con l'installazione delle driver, presenti sul CD o scaricabili in versione aggiornata dal sito ThinkOutside.com. Va subito detto che la versione di default è quella del layout inglese. Sembra che non sia ancora uscita la versione italiana per il P910i ma esistono layout italiani per altri modelli e sistemi operativi come Palm OS e Win Mobile. Sul sito ufficiale troverete un forum dedicato e tutte le driver e gli aggiornamenti a disposizione.

Al termine dell'installazione, troveremo nel pannello delle applicazioni quella relativa alla tastiera. 

       

Nella lista delle applicazioni installate compare l'icona "Stowaway keyboard"

 

 

Il software di gestione mostra alcuni pannelli, tra i quali quello per la connessione

 

La prima installazione occorre effettuare il paring con il dispositivo

 

E' possibile definire alcuni tasti rapidi per le applicazioni usate più frequentemente

I parametri da configurare sono tutti piuttosto intuitivi. Per la connessione occorre accendere la tastiera con una combinazione di tasti. L'accensione è indicata da un led verde lampeggiante sulla parte superiore sinistra del layout dei tasti.  Se il sistema è in ricerca di un dispositivo (è presente una funzione integrata per il Bluetooth) la periferica viene trovata e viene richiesto il paring (questo è il punto cruciale per il quale le istruzioni tornano indispensabili). Naturalmente tutta l'operazione deve essere eseguita solo la prima volta. In seguito basterà l'apertura della tastiera per accenderla e iniziare a lavorare.

Come si vede dagli screenshot, è possibile accedere al pannello che permette di abbinare alcune applicazioni a particolari combinazioni di tasti. Molto comodo.

 

Funzionamento e utilizzo

Le prove di utilizzo sono state positive. Nonostante le prime difficoltà ad adattare i nostri occhi e le nostre dita ad un layout diverso da quello tipico di una tastiera per PC, con il tempo si impara a comporre testi in modo rapido. Non solo. La tastiera sostituisce egregiamente il pennino in tantissime situazioni rendendolo indispensabile solo alcune volte. Va detto che non sempre il suo uso è consigliabile: certe operazioni nascono per essere controllate con il touchscreen per cui la tastiera può complicare la vita. Quindi l'abbinamento dei due strumenti è certamente più produttivo. Abbiamo provato la tastiera anche durante un viaggio in treno e si è rivelata funzionale anche senza un vero e proprio piano di appoggio.

Inoltre il consiglio è quello di non utilizzare la tastiera sotto il display (posizionandoli sul tavolo come se si trattasse di tastiera e monitor di un PC) ma al contrario lasciando più vicino agli occhi il palmare e la tastiera sopra, a distanza corretta per allungare un po' le braccia.

Per quanto riguarda la risposta dello smartphone alla digitazione dei tasti, ci è sembrata correttamente misurata ma ricordiamo che è sempre possibile variarla attraverso il pannello di configurazione. La tastiera è uno strumento molto personale per cui è sempre meglio configurarla a seconda delle proprie abitudini.

 

Conclusioni

Possiamo dire che la tastiera Stowaway universal Bluetooth è uno strumento funzionale e ben realizzato. Da sottolineare l'estrema comodità di una connessione wireless che svincola da cavetti o da posizioni obbligate (come succedeva con gli infrarossi) rendendola utilizzabile in moltissime situazioni "scomode". Inoltre è universale per cui se si intende cambiare palmare o cellulare non ci saranno problemi di compatibilità (posto che il dispositivo rientri nell'elenco dei compatibili). Soffre di alcune differenze sostanziali con le comuni tastiere del PC ma possiede tutto quello che serve e, se ci si fa la mano, può diventare un dispositivo dal quale non separarsi più.

Per avere utelriori informazioni sul prodotto e sul suo prezzo vi consigliamo di andare sul sito Proporta.
 

[Menù Telefonia][Home page]


A cura della redazione 

Ringraziamo per la collaborazione Proporta che ha gentilmente fornito i prodotti.


Gli accessori recensiti in queste pagine sono tutti disponibili presso  Proporta, a prezzi ok!

 Menù hardware »
 
Menù Telefonia »

 Argomenti corrrelati: