FAQ
Com'è la qualità del DVD-Video? Perchè alcuni demo hanno una cattiva qualità? (Letta 2670 volte)
1/8/2002  AGGIUNTA DA: dvd LINK: Apri il link
Il DVD ha la capacità di produrre video di qualità prossima a quella professionale e qualità audio migliore del CD. Il DVD è enormemente superiore alla videocassetta consumer e generalmente migliore del laserdisc (vedi 2.8). Tuttavia, la qualità dipende da molti fattori produttivi. Poichè l'esperienza e la tecnologia di compressione migliora, vedremo un incremento della qualità ma poichè i costi di produzione diminuiscono vedremo anche molti dischi prodotti in modo scadente. Alcuni DVD di basso costo useranno anche la codifica MPEG-1 (che non è migliore del VHS) invece che l'alta qualità del MPEG-2.

Il DVD video è solitamente codificato da nastri master digitali da studio nel formato MPEG-2. Il processo di codifica usa una compressione a perdita che toglie le informazioni superflue (come le aree dell'immagine che non cambiano) e le informazioni che non sono percepibili dall'occhio umano. Il video risultante, specialmente quando e complesso o cambia velocemente, può a volte contenere difetti di immagine, a seconda della qualità del processo e quantità di compressione. Ad un data rate video medio da 3,5 a 5 Mbps (milioni di bit al secondo), gli artefatti della compressione possono essere occasionalmente visibili. Dati con tassi più alti possono produrre qualità migliore, quasi senza differenze percettibili dall'originale a tassi al di sopra dei 6 Mbps. Poichè la tecnologia di compressione MPEG migliora, la migliore qualità sarà ottenuta a tassi più bassi.

Il video del DVD a volte contiene artefatti visibili come strisce colorate, sfocature, quadrettature, punti diffusi, luccichii, dettagli mancanti ed anche effetti come un volto che "fluttua" dietro il resto delle immagini. E' importante capire che il termine "artefatto" si riferisce a qualsiasi cosa che non era originariamente presente nel filmato. Gli artefatti posso a volte essere causati da una cattiva codifica MPEG, ma gli artefatti sono più spesso causati da una cattiva messa a punto della TV, cavi scadenti, interferenze elettriche, approssimati sistemi di riduzione digitale del rumore, impropri aggiustamenti dell'immagine, trasferimenti scadenti da film a video, grana sulla pellicola, errori del riproduttore, errori di lettura del disco ecc. La maggioranza dei DVD esibisce pochi artefatti dovuti alla compressione MPEG su un sistema correttamente configurato. Se la pensate in altro modo, state male interpretando ciò che vedete.

Alcune demo agli inizi non erano molto buone, ma questo è semplicemente un indicazione di come il DVD può essere scadente se non è processato e riprodotto correttamente. Molti dischi demo sono stati frettolosamente codificati per essere distribuiti il più velocemente possibile. Contrariamente all'opinione comune, e più stupidamente di come potrebbe sembrare, questi demo non sono stati messi a punto accuratamente in modo da mostrare il DVD al meglio. Le dimostrazioni effettuate nei negozi non sono indicative poichè la maggior parte degli addetti alle vendite sono incapaci di mettere correttamente a punto un televisore.

La maggioranza dei TV hanno la regolazione del contrasto troppo elevata per la definizione del DVD. Ciò esagera l'alta frequenza video e causa distorsione, proprio come il controllo dei toni alti troppo elevato per un CD provoca un suono ruvido. L'uscita video di molti lettori DVD ha una configurazione di livello nero di 0 IRE (standard giapponese) piuttosto che di 7,5 IRE (standard USA). Su televisori che non sono opportunamente regolati ciò può causare alcune macchie nelle scene scure. Il video del DVD ha una fedeltà cromatica eccezionale, quindi i colori confusi o sbiaditi sono quasi sempre un problema dello schermo (o della fonte originale), non del lettore DVD o del disco.

La qualità audio del DVD è superba. Il DVD include l'opzione audio digitale del PCM (pulse code modulation) con dimensioni e frequenze di campionamento più elevate del CD audio. Alternativamente, l'audio di molti film è memorizzato come suono surround multi-canale separato usando il Dolby Digital o la compressione audio DTS simile ai formati sonori digitali surround usati nei cinema. Come con il video, la qualità audio dipende dalla bontà del processo di codifica utilizzato. Nonostante la compressione, il Dolby Digital e il DTS possono essere simili o migliori della qualità del CD.

La valutazione finale della qualità del DVD è nelle mani degli utilizzatori. Molti spettatori lo giudicano costantemente migliore del laserdisc, ma nessuno può garantire la qualità del DVD, proprio perchè nessuno la dovrebbe contestare basandosi su demo o sul sentito dire. Alla fine è una questione di percezione individuale e di qualità offerta dal sistema di riproduzione.
 


Chiudi questa finestra