Recensione Disc Repair Pro

Funzionamento

Il Disc Repair Pro ha come obbiettivo principale il restauro della superficie dei dischi usurati. Rimuove quindi i graffi superficiali ed alleggerisce quelli profondi. Inoltre pulisce la superficie da macchie, sbavature di pennarello, impronte e polvere. In più stende un film protettivo che permette una maggiore resistenza del disco a successivi danneggiamenti superficiali.

Funziona su tutti i tipi di dischi, anche quelli da 8 cm, e torna quindi utile non solo per i propri CD/DVD masterizzati, ma anche per software e giochi originali (anche per quelli delle console!), film, cd audio, foto e in sostanza tutti i supporti ottici compatibili con i lettori cd/dvd.

Le operazioni di pulizia e riparazione sono totalmente automatiche, anche se occorre una minima preparazione. Vediamo nel dettagli.

 

Riparazione dei dischi

Come detto, il Disc Repair Pro nasce principalmente come riparatore di dischi ottici. Questo significa che è in grado di eliminare molti dei graffi che col tempo si formano sulla superficie di lettura di DVD e CD, spesso causa di salti o mal funzionamenti. Semplice la procedura.

Dalla confezione del kit per riparazioni si prendono i due moduli di pulizia e si inseriscono negli appositi vani nel Disc Repair Pro, avvitandoli al supporto sottostante.

A sinistra la "rotella" che deve rimanere asciutta (dry) mentre a destra quella su cui verrà riposta la pasta riparatrice (wet).

Si apre il tubetto della pasta e si posizionano 3 gocce come in figura. La quantità delle gocce può variare ma non di tanto per evitare che il disco rimanga sporco al termine della passata.

Si inserisce quindi il disco con la parte di lettura rivolta verso il basso (ovvero appoggiata alle spazzole). La foto ritrae la prova di riparazione di un disco originale, in particolare il mitico Eagle Project della redazione di AF Digitale di cui ci avvaliamo per i test sui DVD player.

Una volta chiuso il vano disco, è sufficiente premere il tasto "repair" per dare inizio alla passata. Il led rosso si accende e il disco comincia a girare.

       

Colpisce subito il rumore che il dispositivo genera durante la riparazione. Non è certo insopportabile, ma si fa sentire. Comunque è normale, indice della rotazione delle spazzole. Al termine (dopo circa quattro minuti) il dispositivo si ferma e il disco può essere estratto dal vano per verificare la riparazione.

Per rendere chiaramente nelle foto i graffi sulla superficie riflettente del disco, abbiamo dovuto giocare un po' con i riflessi della lampada. Non ce ne vogliate se le foto sono sovraesposte. I risultati (nelle foto prima e dopo il trattamento) sono comunque chiari e molto soddisfacenti!

Guardate invece come abbiamo ridotto questo DVD. Lo abbiamo strisciato più volte su un muro rugoso, provocando graffi di elevata entità. Abbiamo voluto provare un eccesso per verificare fin dove può arrivare il Disc Repair Pro. Le foto seguenti confrontano il prima e il dopo (3 passate):

Sono rimasti i graffi più profondi ma molti di quelli superficiali si sono alleggeriti o del tutto scomparsi. In generale il risultato è buono e con qualche passata in più si può migliorare ulteriormente.

I risultati sono quindi positivi ma si differenziano a seconda del tipo di danno che presenta il disco. I test sono riassunti nella tabella qui sotto:

Graffi superficiali Passate necessarie: 1/2
Tempo richiesto: 4/10 minuti
Risultato: ottimo

Per i graffi superficiali è sufficiente una passata di riparazione, due se qualcosa rimane. Bastano 3 piccole gocce di pasta riparatrice per ogni passata. I graffi superficiali sono più che altro inestetici per cui il Disc Repair Pro si rivela un ottimo restauratore, soprattutto utile per i DVD e CD originali che ci piace avere sempre in ottimo stato.

Graffi media profondità Passate necessarie: 3/4
Tempo richiesto: 15/20 minuti
Risultato: buono/ottimo

I graffi di media profondità spariscono con circa 3/4 passate in ragione del fatto che la quantità di pasta necessaria è maggiore. E' consigliabile utilizzare gocce più consistenti. Naturalmente tempi e modi dipendono dalla quantità dei graffi sul supporto ma il risultato che si ottiene è notevole.

Graffi profondi Passate necessarie: oltre 5
Tempo richiesto: 30/50 minuti
Risultato: positivo, ma non sempre risolve.

I graffi profondi sono duri da riparare, nonostante i risultati incoraggianti del Disc Repair Pro con quelli superficiali. Abbiamo tentato con molte passate ma i graffi profondi si alleggeriscono soltanto. D'altra parte non si possono fare miracoli, soprattutto se il graffio è andato ad incidere sulla sezione sensibile del disco.

Il dispositivo scalda abbastanza ed è assolutamente sconsigliato effettuare più di 3 passate successive senza lasciarlo riposare e raffreddare. Inoltre non conviene effettuare passate senza le gocce di pasta riparatrice, anche se la rotella ci sembra umida. C'è il rischio che il motorino si surriscaldi troppo per la frizione.

 

[<< pagina precedente][pagina successiva >>]

[Menù hardware][Home page]

 


A cura della redazione 

Ringraziamo per la collaborazione
che ha gentilmente fornito il prodotto.

Il Disc Repair Pro oggetto di questa recensione, è in vendita presso il negozio online italiano YouBuy

 Menù hardware »

 Argomenti correlati: