Recensione Sistema Home Cinema Airis L163W Wireless

E
stetica e costruzione

Non v'è dubbio che nell'acquisto di un sistema home cinema, oltre che su funzionalità e qualità, un occhio di riguardo deve essere posto anche sull'estetica. Sono infatti oggetti che si collocano nella maggior parte dei casi nel salotto di casa e che devono quindi essere belli da vedere. Simili considerazioni se il sistema viene impiegato sulla scrivania del PC.

Il design del sistema L163W è di taglio decisamente moderno. Gli involucri dei diffusori sono realizzati in plastica grigio-chiara, dall'aspetto metallico, con linee curve e angoli smussati. Stesso colore per il subwoofer che però possiede una cassa in legno (a parte il pannello frontale).

Il subwoofer, vero cuore di tutto il sistema, possiede un frontale realizzato con un inserto in plastica grigio scura dall'aspetto molto accattivante. Le dimensioni sono le seguenti: 170x300x330 mm.

La parte alta del frontale è riservata al pannello dei controllo dei volumi. In realtà il controllo è solo uno e consiste in una manopola circolare che può ruotare ed essere premuta. Tramite la pressione si seleziona infatti il componente del sistema per cui si vuole regolare il volume (indicato dai 4 led laterali FRT, SUR, CEN, SUB) mentre ruotando la manopola si varia appunto il livello del volume.

Al centro, sotto la manopola, è ben visibile il sensore infrarossi per la ricezione dei comandi da telecomando, mentre a destra un altro led (POWER) indica lo stato di accensione del sistema.

Il diffusore del subwoofer è posizionato lateralmente, indicato da un pannello circolare con retino grigio chiaro. Come sappiamo, la posizione del diffusore è irrilevante poiché il subwoofer ha il compito di emettere basse frequenze che, non essendo direzionali, non necessitano di orientamento. Può quindi essere collocato nella stanza dove risulta più comodo per il controllo col telecomando.

Il retro del case rivela il pannello delle connessioni, piuttosto chiaro ed ordinato.

Prima di tutto è presente (in basso a destra) l'interruttore generale di alimentazione, proprio sopra l'uscente cavo di alimentazione.

In alto a sinistra sono invece presenti due pannelli, relativi ai canali di input e output audio. Il primo fornisce le 6 connessioni RCA al Player DVD, per ricevere i 5+1 segnali audio separati.

Il secondo, collocato poco sotto, è invece dedicato alle connessioni con i diffusori. Come è tipico in questi prodotti, i cavi sono privi di connettori e quindi occorre sfruttare direttamente i morsetti elettrici (da farsi a sistema spento naturalmente). Ovviamente i tre diffusori cablati sono dotati dei rispettivi fili (piuttosto lunghi) e hanno il vantaggio di essere già sfilettati, quindi pronti per essere inseriti.

 

Sul posteriore è presente anche un pannello con switch. Si tratta del selettore di banda per le comunicazioni wireless (2,4 GHz) con i due diffusori posteriori. Sono presenti 3 interruttori per totale di 8 canali selezionabili. La possibilità di selezionare frequenze diverse torna utilissima nel caso si dovessero riscontrare sovrapposizioni con altri dispositivi wireless presenti in casa (o nelle vicinanze).

Passando ai diffusori satelliti, ciascuno dei tre frontali prende lo stile estetico del subwoofer ed è dotato di una connessione a due cavi per i collegamenti. I pannelli frontali sono occupati per la maggior parte da una superficie retinata scura che richiama lo stesso motivo geometrico.

Le dimensioni del centrali sono 180x90x102 mm mentre quelle dei satelliti si assestano sui 90x140x102 mm. Piuttosto contenuti e quindi posizionabili facilmente.

Come si può notare della foto, il cavo di connessione audio di ciascun diffusore è direttamente collegato al dispositivo interno ed esce da un foro sul retro.

Da notare che sempre sul retro di ogni diffusore sono presenti i fori per il fissaggio a muro. In considerazione del peso davvero limitato degli elementi, potrebbe essere una soluzione ideale per chi ha poco spazio su scaffali e non vuole dotarsi di staffe.

Praticamente uguali sono i due diffusori surround (ovvero quelli posteriori) tranne per la modalità di connessione che, come anticipato, è wireless.

Il diffusore principale, quello che possiede il cavo di alimentazione, ha un altro cavo grigio che va collegato al secondo diffusore posteriore.

Da notare che il cavo di alimentazione presenta un comodo interruttore elettrico per spegnere il sistema posteriore in caso di non utilizzo.

Uno dei due diffusori è dotato sul retro di un pannello per la selezione della banda del tutto simile a quello visto dietro il pannello del subwoofer. Qui ovviamente dovranno essere scelte le stesse impostazioni per consentire una corretta comunicazione.

Sotto gli switch è ben visibile il foro in cui si trova la porta di connessione per il cavo che parte dal diffusore principale.

 

[<< pagina precedente] [pagina seguente >>]

 

[Menù hardware][Home page]


 


A cura della redazione 

Ringraziamo per la collaborazione
che ha gentilmente fornito il prodotto.

Il Sistema Home Cinema Airis L163W wireless oggetto di questa recensione è in vendita presso il negozio online Cipcipsotre.it

 Menù hardware »

 Argomenti correlati:

Sistemi home theatre »