Confronto Eten X500 e M700 Glofiish - Estetica e costruzione


Estetica e costruzione

Se come vedremo le caratteristiche funzionali dei due smartphone Eten M700 e X500 sono le medesime, tra i due modelli vi è una sostanziale differenza estetica e costruttiva. In breve, l'M700 è leggermente più grande e più peso dell'X500, questo soprattutto per la presenza del tastierino qwerty estraibile, che aumenta lo spessore del dispositivo.

In generale comunque sono entrambi dispositivi molto compatti e dall'estetica sobria e raffinata, con pregi e difetti che analizzeremo. Tra i pregi, li accomuna una costruzione solida, senza scricchiolii o parti ballerine. I materiali scelti sono azzeccati ed anche i colori, soprattutto il tono più scuro e metallico dell'X500, danno un tocco davvero elegante e piacevole alla vista.
Ecco i dettagli:

Frontale
La parte frontale dei dispositivi è quella che presenta maggiori differenze. Nonostante siano presenti i medesimi comandi e le stesse spie, le loro dimensioni e collocazioni differiscono. Sono comunque dotati di retroilluminazione, ottima cosa se si usa il dispositivo con poca luce. La parte bassa, sotto il display QVGA da 2.8", presenta i classici pulsanti da PDA e cellulare, incluso il controllo multidirezionale al centro.

L'Eten X500 presenta una bella copertura frontale che unisce una cornice di metallo satinato attorno al display alla restante porzione in plastica. Similmente, i lati e il retro sono in plastica nera rigida. Quest'ottima combinazione rende il dispositivo davvero piacevole al tatto ed accattivante da qualunque lato lo si guardi. Le dimensioni (113 x 59,5 x 15,5 mm) e il peso (146g compresa batteria) rendono bene l'idea della portabilità e della compattezza dell'X500. Si tratta di uno dei più piccoli e compatti dispositivi della sua classe (al momento della sua uscita era il più sottile al mondo della sua fascia).

L'Eten M700 ha un aspetto leggermente più "plasticoso" (passateci il termine), ma ugualmente compatto e dai tratti più giovani. La copertura frontale è di plastica dall'aspetto metallico, la stessa utilizzata per tutto l'involucro, a parte l'inserto rigato di plastica scura che percorre tutti i lati e che indica la presenza del tastierino estraibile. Per questo modello le misure sono un po' più generose: dimensioni 117,5 x 59 x 19,8 mm, peso 165g compresa batteria. Se le differenze di peso e di altezza sono passabili, lo spessore aumenta decisamente rispetto all'X500 e su un dispositivo di questo tipo è comprensibile che possa diventare parametro di preferenza (come d'altronde la presenza del tastierino).


Eten X500

La differenza principale tra i due pannelli dei pulsanti nella parte bassa del frontale è il controllo multidirezionale centrale. Sull'Eten M700 è presente un vero e proprio mini-joystick che facilita l'utilizzo di molte funzioni mentre L'Eten X500 si limita ad una coppia di pulsanti concentrici, dei quali il più esterno possiede appunto sensibilità multidirezionale. Non è di facile utilizzo, occorre un minimo di pratica per abituarsi alle dimensioni e alla risposta, soprattutto per evitare la pressione di altri tasti.


Eten M700

La parte alta del frontale presenta in entrambi i PDA due pulsanti per l'accesso rapido alla funzionalità GPS e alla schermata "Oggi" (o all'applicazione per il desktop M-Desk, fornita con il palmare e che vedremo in seguito).


Eten X500


Eten M700

Le foto mostrano la differente estetica scelta per i due modelli, ma che non esclude nulla da uno o dall'altro. Sono presenti due spie (a fianco dei pulsanti nell'X500, sopra ad essi nell'M700) che forniscono indicazioni visive distinguibili dal differente colore del led (arancione per il Wi-Fi, blu per il Bluetooth e GPS, rosso o verde per la batteria). Lo speaker per il telefono è posizionato al centro; estetica orizzontale per l'X500, verticale per l'M700.

Retro
Il retro dei due dispositivi è piuttosto simile, si differenzia per colore (nero per l'X500 e argento per l'M700). In entrambi i casi sono ben visibili l'ottica della fotocamera da 2 megapixel integrata, il flash, lo specchietto per l'autoscatto e i fori dello speaker.

Sono differenti anche i perni di appoggio. A differenza dell'X500, dotato dei classici piedini di gomma agli angoli, l'M700 presenta un unico lungo perno collocato orizzontalmente appena sotto la fotocamera. Questa soluzione è richiesta per rendere più stabile l'utilizzo del tastierino con il dispositivo appoggiato ad un piano ed evitare che la parte prominente dell'ottica tocchi la superficie di appoggio.


Eten X500


Eten M700

Sempre sul retro è presente il vano batteria. In entrambi i modelli per inserire la SIM telefonica occorre estrarre la batteria. Molto simile ai comuni cellulari. Abbiamo notato nell'M700 che per aprire il vano batterie occorre sfilare prima il pennino poiché il suo perno di fissaggio tocca (volutamente) il pannello di apertura. Nell'X500 questo non accade.



 

I lati
Le superfici laterali, a parte le viste differenze cromatiche e costruttive, presentano i medesimi controlli, praticamente nelle stesse posizioni. Questo è indice di un'elettronica interno sostanzialmente uguale. Osserviamoli lato per lato.

Su quello inferiore si notano la porta per il connettore USB (alimentatore e cavetto di connessione), lo slot per MiniSD card e il pennino saldamente innestato nel rispettivo vano. I due pennini con allungamento telescopico sono identici per dimensioni ma differiscono per finitura del cappuccio. Annotiamo che non sarebbe stata una cattiva idea dotare lo slot MiniSD di una chiusura protettiva, anche per evitare l'accesso alla polvere.


Lato di fondo


Lato sinistro

Il lato sinistro presenta i controlli dedicati al controllo del volume e all'attivazione della funzionalità di comando vocale. Sono piuttosto piccoli e ravvicinati e in particolari situazioni potrebbero rivelarsi scomodi. Sulla parte destra è collocata la porta per lo spinotto jack da 2,5 mm degli auricolari. Anche in questo caso non è presente uno sportellino protettivo.


Lato superiore

Come si può notare dalle foto, il lato superiore non presenta nessun tipo di controllo, mentre sul lato destro si trovano il tasto per lo scatto fotografico (posizione ottima poiché i palmari possono essere utilizzati orizzontalmente proprio come una fotocamera) e il tasto di accensione e spegnimento. E' anche presente un piccolo foro per il reset software, utile in molti casi.


Lato destro

Il tastierino dell'Eten M700
Una descrizione a sé stante merita la principale feature del modello Eten M700, ovvero il tastierino QWERTY integrato. L'animazione qui sotto (povera ma indicativa) chiarisce il funzionamento dell'estrazione, che come in molti modelli similari, funziona per slittamento laterale della parte sottostante il display. Lo slittamento è sufficientemente rigido e anche il meccanismo di chiusura non fa pensare a cedimenti da frequente uso.


Estrazione del tastierino dall'Eten M700

All'estrazione della tastiera, il display ruota automaticamente di 90 gradi, consentendo un rapidissimo controllo delle applicazioni in modalità orizzontale.

La tastiera è ampia e davvero comoda nell'utilizzo. I 41 tasti (distribuiti in 4 linee), sono leggermente ricurvi verso l'esterno, cosa che al tatto facilita notevolmente il controllo e la pressione. Quest'ultima ha un'ottima risposta. Scrivere documenti, sms, email e qualsiasi testo è davvero semplice e rapido. Qualche difficoltà iniziale si troverà per capire come attivare punteggiatura, i caratteri accentati e i tasti speciali, ma a lungo andare diventa una modalità di inserimento molto pratica.

Ai lati della tastiera sono presenti altri due tasti per il controllo diretto dei menù in basso nel display. Sostituiscono i due tasti sul frontale per il controllo delle funzione di Windows Mobile 5.

Davvero accattivante la retroilluminazione della tastiera, che evidenzia sia le etichette dei tasti che le righe di separazione, in un piacevolissimo gioco di linee luminose concentriche. Peccato che la retroilluminazione non sia "attiva" (ovvero regolata da un sensore ambientale) e che includa solo l'etichetta principale di ciascun tasto, e non anche quella della funzione secondaria che sarebbe stata ugualmente utile.

 

Riassunto differenze
Viste le caratteristiche costruttive dei due prodotti, possiamo già stilare una tabella riassuntiva delle differenze dei due palmari poiché, come anticipato e come vedremo in dettaglio tra poco, le caratteristiche funzionali dell'Eten M700 e X500 sono le medesime.

Caratteristica Eten X500 Eten M700
Dimensioni 113 x 59,5 x 15,5 mm 117,5 x 59 x 19,8 mm
Peso  146g compresa batteria 165g compresa batteria
Tastiera integrata No Si
Custodia Da tasca con apertura a libro. Palmare utilizzabile Da cinta con vano apribile. Palmare da sfilare.
Estetca frontale Estetica più squadrata, sobria ed elegante. Alcuni inserti in metallo. Linee più dinamiche, forma leggermente più smussata.
Controllo centrale Pulsante multidirezionale Mini-joystick

 

Non resta che accenderli e provare le loro funzionalità!

 

[<<Pagina precedente][Pagina successiva >>]


 

[Menù hardware][Menù Dispositivi mobili][Home page]


 


A cura della redazione 

Ringraziamo per la collaborazione


che hanno reso possibile questa recensione.

I due PDA Eten X500 ed M700 oggetti di questa recensione sono in vendita presso il negozio online Focelda

 Menù hardware »
 Dispositivi mobili »


 Argomenti corrrelati: