Recensione hard disk portatile Apacer OTG Share Steno CD211 - Aspetto esterno

Come si presenta

Il dispositivo Ŕ arrivato da DiscountDigitale in poco tempo e in un imballo morbido semplice ma sicuro. Il dispositivo Ŕ ben fissato all'interno di una confezione di cartone solida, stampata esternamente con immagini e descrizioni del contenuto.


La confezione


Interno della confezione

Tutti gli accessori sono ben ordinati all'interno della scatola e non c'Ŕ pericolo di urti durante il trasporto. Vi Ŕ una particolare cura nella scelta della disposizione dei pezzi nella scatola; non si tratta di un aspetto fondamentale, ma certo fa piacere.

 

Dotazione

La dotazione del dispositivo non Ŕ composta da moltissimi accessori ma esaurisce tutti gli aspetti di utilizzo del disco. Pi¨ di quello che Ŕ fornito nella dotazione, non Ŕ necessario.

Oltre al dispositivo Apacer, la dotazione prevede

  • Batteria a litio (interna)

  • Alimentatore/caricabatterie a rete elettrica (con adattatore)

  • Cavo USB maschio/maschio

  • Cavo USB maschio/femmina (e qui come vedremo si esplicita il vantaggio di una periferica USB OTG)

  • Custodia per il trasporto

  • Viti per il fissaggio interno

  • Disco driver e manuale eletronico

  • Guida rapida d'installazione

Aspetto esteriore

L'Apacer non nasce come disco rigido portatile vero e proprio ma come involucro esterno per trasformare in portatile una comune memoria di massa da 2,5''. Nel sample in nostro possesso Ŕ comunque compreso un disco da 40 GB. Ma questo taglio Ŕ solo indicativo. La stessa Apacer commercializza anche tagli da 60, 80 e 100 GB e anche l'involucro CD211 senza disco interno.
Per la lista dei modelli disponibili vi consigliamo di guardare qui.


Dimensioni dell'Apacer CD211

Esternamente Ŕ un parallelepipedo piuttosto piatto e certamente non ingombrante (dimensioni 128 x 78 x 24 mm). Anche il peso si assesta sui 127g senza hard disk e 220g con hard disk, per cui risulta comodo anche da trasportare. Le linee dell'involucro sono pulite e gli angoli arrotondati, mentre il colore azzurro tendente al viola da un tocco di eleganza non indifferente.

       
Pannello tasti di controllo                    Display LCD retroilluminato

Sulla "faccia" superiore sono collocati un inserto scuro in rilievo che integra il display LCD retroilluminato (verde), utilissimo come vedremo in seguito, e sotto un pannello di pulsanti per effettuare le operazioni sui contributi memorizzati sul disco. I pulsanti sono tre: il tasto di accensione/spegnimento del dispositivo, il tasto di conferma operazione e, attorno, un controllo multidirezionale che permette di navigare tra i men¨ e del dispositivo.

       
Connessione USB OTG                            Ingresso alimentazione

Per quanto riguarda le connessioni, l'unica presente (e sufficiente) Ŕ quella mini USB OTG sul lato sinistro. C'Ŕ poi l'ingresso per l'alimentatore e caricabatteria sul lato inferiore del dispositivo.

Abbiamo detto che la connessione Ŕ di tipo USB 2.0 OTG. Per chi non conoscesse questa variante delle comuni USB apriamo una piccola finestra.

USB "On the Go" (OTG)

USB sta diventando uno standard sempre pi¨ utilizzato per connettere periferiche e dispositivi di ogni settore Hi-tech, soprattutto portatili. Ci si Ŕ accorti per˛ della necessitÓ di un sistema che permetta di mettere in comunicazione tra loro questi dispositivi in modo pi¨ versatile e senza che sia obbligatoria la presenza di un PC. Cellulari, mp3 player, dischi portatili, stampanti, fotocamere e in generale tutte le periferiche portatili trarrebbero enorme vantaggio dalla connessione reciproca.
Per questo nasce USB OTG che permette l'accesso a funzioni pi¨ avanzate grazie ad una connessione tipo client-server che il protocollo crea automaticamente tra due dispositivi USB OTG.

Detto in parole semplici, con USB OTG Ŕ possibile collegare due periferiche USB (da qui la necessitÓ di un attacco femmina) tra di loro, senza che in mezzo vi sia un PC, ed effettuare parecchie operazioni utili, come spostare e copiare file ed effettuare backup. Ma le possibilitÓ sono infinite.

Come visto, l'Apacer nasce come involucro avanzato e portatile per dischi rigidi da 2,5 pollici. Qui di seguito inseriamo un'immagine estratta del manuale in cui si spiegano i pochi passi necessari per l'inserimento di un disco.


Fasi per il montaggio di un disco rigido

Operazione piuttosto banale e che pu˛ effettuare qualunque utente.
Il dispositivo Ŕ dotato di una batteria al litio 3.7V da 1050mAh ricaricabile che garantisce l'alimentazione di 5V / 2,5A a fronte di 3 ore di ricarica circa. Il tempo di standby Ŕ di 3 ore mentre l'autonomia si assesta su oltre 60 minuti di copia continua. La carica avviene tramite il caricabatterie a rete elettrica in dotazione.

         
Cavo USB Per la connessione al PC                 Cavo USB per le periferiche

In dotazione vengono forniti anche due cavi per i collegamenti. Il primo serve per connettersi al PC e possiede un connettore USB Mini B e uno standard A, entrambi maschi. Il secondo, pi¨ corto, Ŕ pensato per il collegamento a periferiche USB OTG e quindi possiede un connettore piccolo maschio e uno grande femmina. 

 

[<< Pagina Precedente][Prossima Pagina >>]

[Men¨ hardware][Home page]


A cura della redazione 

Ringraziamo per la collaborazione
che ha gentilmente fornito il prodotto.

Il disco rigido portatile Apacer OTG CD211 Ŕ in vendita presso il negozio online DiscountDigitale

 Men¨ hardware

 Argomenti corrrelati:

 Memory card